Il fondatore di Eidos Montréal pensa che Sony potrebbe comprare la divisione giapponese di Square Enix

Si continua a pensare che Sony sia interessata a Square Enix.

Il fondatore di Eidos Montréal pensa che Sony potrebbe comprare la divisione giapponese di Square Enix

Qualche mese fa il mondo dei videogiochi è rimasto stupito dall'acquisizione di Square Enix Montréal, Eidos Montréal e Crystal Dynamics da parte di Embracer Group. La vendita dei tre studi occidentali di Square Enix ha portato molti ad ipotizzare che la compagnia sia interessata a vendersi a qualcuno, ed è anche quello che pensa il fondatore di Eidos.

In una nuova intervista rilasciata a GamesIndustry.biz, Stephane D'Astous ha detto di aver sentito dei rumor secondo cui Sony potrebbe comprare Square Enix Tokyo. Si parla di questa acquisizione da diverso tempo, anche se non ci sono delle conferme al momento.

"È un treno che continua a rallentare e che ha bisogno di energia o soldi o qualcosa, ma il treno sta rallentando", ha detto D'Astous. "Ed è un peccato perché ci sono molte brave persone in quegli studi. Se leggo tra le righe, Square Enix Japan non era troppo interessata come pensavamo inizialmente. E ci sono rumor, ovviamente, che con queste attività di fusioni e acquisizioni, che Sony vorrebbe Square Enix con sé. Ho sentito rumor secondo cui Sony sarebbe interessata a Square Enix Tokyo, ma non il resto. Quindi penso che Yosuke Matsuda, CEO di Square Enix, abbia venduto gli studi come se fosse una svendita in un garage".

D'Astous ha anche sottolineato la differenza con l'acquisizione di un'azienda di dimensioni simili come Gearbox, comprata sempre da Embracer ma ad una cifra nettamente superiore.

"Gearbox ha circa 1.000 dipendenti. Eidos ne ha circa 1.000. Hanno fondamentalmente Borderlands e altri, e Eidos ha cinque volte le IP. Allora perché quattro volte di meno? Credo che non ci fossero molte persone interessate. E questo dimostra la salute del valore del potenziale di Eidos, purtroppo", ha concluso.

Commenti

Contenuti consigliati