Koch Media ha annunciato che a partire da oggi tutte le sue società del mondo cambiano nome (e veste) e diventano Plaion.

Klemens Kundratitz, Co-founder e CEO di Plaion ha dichiarato in un comunicato: “Negli ultimi 28 anni, abbiamo costruito un business incredibilmente forte, collaborando con molti dei nomi più noti del settore. Da quando siamo entrati a far parte del Gruppo Embracer nel 2018, la nostra crescita ha subito un’accelerazione e siamo diventati sempre più stratificati per riflettere la natura in evoluzione della nostra attività in termini non solo di contenuti, ma anche di geografia mentre continuiamo la nostra espansione in tutto il mondo. Abbiamo scelto il nostro nuovo nome per rappresentare meglio chi siamo e il viaggio che stiamo facendo”.

Kundratitz ha aggiunto: “Il nostro nuovo nome ci offre l’opportunità di consolidare la nostra ricca storia come publishing partner e la nostra rete eccezionale e in costante crescita di studi di sviluppo a livello mondiale, per continuare a fornire un servizio premium ai nostri partner, per evidenziare la nostra ambizione di player globale nell’ ambito dell’entertainment, ma anche per reinventarci. La nostra visione è supportare e ispirare i nostri team e partner in tutto il mondo, liberando il loro pieno potenziale”.

“Il nostro settore è incredibilmente dinamico, le aspettative dei nostri clienti e dei nostri partner sono in continua evoluzione e sappiamo riconoscerlo. Fare affidamento sulle nostre solide fondamenta mentre abbracciamo il cambiamento fornirà qualcosa di nuovo, qualcosa di migliore. Come Plaion, vogliamo continuare a costruire anni di successi, cercando di ottenere di più, molto di più. Plaion è la promessa di offrire intrattenimento eccezionale ai nostri clienti. Sono felice e orgoglioso di continuare il nostro viaggio come Plaion”, ha concluso Kundratitz. ​

Plaion afferma che la sua missione è quella di offrire esperienze di intrattenimento uniche, creando un profondo legame con i suoi clienti. Il nuovo nome e logo “esprimono e rappresentano al meglio il coinvolgimento e l’impegno di Plaion nell’ampio ecosistema multimediale in cui opera”.