Il gioco di Zelda con Sheik di Retro Studios era "un esperimento finito male"

Alcuni sviluppatori di Retro Studios parlano di questo progetto.

Il gioco di Zelda con Sheik di Retro Studios era "un esperimento finito male"

Nel 2020 era apparsa in rete una concept art di un gioco di Zelda sviluppato da Retro Studios, il team di Metroid Prime, di cui si parlava da anni e anni. Si sapeva che il progetto, ad un certo punto, era stato cancellato, ed ora abbiamo i primi dettagli su come sarebbe dovuto essere.

Il canale YouTube Did You Know Gaming ha recentemente intervistato alcuni dipendenti di Retro Studios per saperne di più su questo titolo con protagonista Sheik e descritto da loro stessi come "un esperimento finito male". "Non c'è mai stato nulla di simile a Zelda", ha detto il programmatore Paul Tozour. "Si trattava di un esperimento andato male, ambientato per caso nell'universo di Zelda".

Il combattimento di questo gioco vedeva Sheik restare ferma in un punto per attaccare dei lupi a turni: bastava inclinare leggermente il telecomando del Wii per ucciderli. Questa parte del gameplay, a detta di Tozour, era "un bel pasticcio".

"Nintendo non riusciva a capirci nulla", ha aggiunto Tozour. "La loro reazione si ridusse fondamentalmente a 'è davvero questa la vostra proposta? Davvero?' Fu immediatamente respinta. [Questo è ciò che mi è stato detto], non ero presente quando è successo, e suppongo che ci sia la possibilità che non sia mai successo e che abbiano deciso di non mostrarlo direttamente".

"Nintendo ci ha dato il via libera per realizzare il prototipo... ma non ha avuto alcun input o visibilità [durante] i nove mesi di pre-produzione, e questo è uno dei motivi per cui è fallito".

Did You Know Gaming ha inoltre rivelato che Retro Studios era al lavoro su un secondo gioco di Zelda intitolato Heroes of Hyrule. Maggiori dettagli su questo progetto, che sembrerebbe essere simile a Breath of the Wild, arriveranno prossimamente in un altro video.

Commenti

Contenuti consigliati