Il Signore degli Anelli, il capo di Amazon Games spiega perché l'MMO è stato cancellato

Ecco perché Amazon non realizzerà un MMO de Il Signore degli Anelli.

Il Signore degli Anelli, il capo di Amazon Games spiega perché l'MMO è stato cancellato

Per diversi anni Amazon Games ha lavorato assieme al team cinese Leyou e a Middle-earth Enterprises su un MMO de Il Signore degli Anelli. Nel 2021, tuttavia, il progetto è stato cancellato senza alcun preavviso, e sono in molti a chiedersi che cosa sia accaduto dietro le quinte.

In una nuova intervista rilasciata a GameSpot, Christoph Hartmann, presidente di Amazon Games, ha spiegato che il gioco è stato cancellato quando Leyou è stata venduta al colosso cinese Tencent, "Le cose si sono fatte molto complicate", ha detto Hartmann, ed è questo il motivo per cui Amazon Games ha scelto di tirarsi fuori.

"Avevamo un accordo con una società di Hong Kong, Leyou, con la quale sarebbe stato fantastico lavorare. Ma poi è stata venduta a Tencent e la situazione si è complicata", ha detto Hartmann. La cancellazione si è potuta fare poiché Middle-earth Enterprises aveva specificato in un accordo che avrebbe potuto cambiare idea sui diritti in caso di acquisizione di un suo partner.

"La domanda era: certo, forse avremmo potuto collaborare con Tencent per fare qualcosa, ma credo che siamo troppo grandi come aziende per trasformarci davvero in partner che fanno una proprietà insieme dove loro possiedono la licenza e noi sviluppiamo il gioco", ha concluso Hartmann. "Quindi abbiamo deciso che è meglio non lavorare insieme. Poi abbiamo cercato di trovare una soluzione con entrambe le parti, ma credo che la cosa si sia trascinata troppo a lungo".

Commenti

Contenuti consigliati