Steam Deck, Valve parla dei piani per il dual-boot con Windows e della produzione del Dock

Una versione "slim" potrebbe essere considerata in futuro.

Steam Deck, Valve parla dei piani per il dual-boot con Windows e della produzione del Dock

Sono passati sette mesi dal lancio dello Steam Deck, e in occasione del Tokyo Game Show 2022 la redazione di IGN ha avuto la possibilità di parlare con Valve ed ottenere qualche informazione sul futuro della piattaforma.

Partendo dalla Docking Station, rinviato più volte, Valve ha fatto sapere che ci sono problemi nella produzione che però dovrebbero essere superati presto. "Ci sono molti degli stessi problemi di produzione che abbiamo incontrato con [Steam Deck]. Il Deck è ora in una posizione migliore; siamo in grado di produrlo molto più velocemente. Il Dock viene prodotto in un luogo diverso, ha componenti diversi e ha i suoi problemi di approvvigionamento e i suoi limiti che abbiamo dovuto affrontare. Li stiamo superando e speriamo di poter annunciare presto qualcosa. Quindi tenetelo d'occhio", ha detto Lawrence Yang.

Per quanto riguarda il supporto a Windows, sistema operativo desiderato da molti nonostante la presenza del già ottimo Arch Linux sotto un nuovo nome, Yang ha assicurato che prossimamente arriverà il supporto al dual-boot.

"C'è un po' di lavoro da fare sul lato SteamOS per creare un programma di installazione generale. Al momento, la versione di SteamOS presente è stata creata appositamente per Steam Deck e messa a punto per questo, quindi dobbiamo fare un lavoro aggiuntivo sull'architettura per renderla disponibile e in grado di essere installata su qualsiasi macchina arbitraria. Con questo programma di installazione sarà possibile effettuare il dual-boot con Windows", ha spiegato Yang.

Infine, vedremo mai una versione Slim dello Steam Deck? "Forse, ma ci sono dei compromessi. Uno Steam Deck più piccolo probabilmente significherebbe una minore durata della batteria, quindi dovremmo soppesare tutti questi aspetti e assicurarci di fare il possibile per mitigarli", ha concluso Yang.

Commenti

Contenuti consigliati