Xbox e Activision, l'Unione Europea approfondirà la sua indagine secondo un report

A dirlo è il sito Politico.

Xbox e Activision, l'Unione Europea approfondirà la sua indagine secondo un report

Secondo un nuovo report di Politico che cita persone familiari con la questione, l'Unione Europea sarebbe pronta a dare il via ad un'indagine più approfondita sull'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft dal valore di 69 miliardi di dollari.

La casa di Redmond avrebbe avuto un termine ultimo fissato alla mezzanotte del 31 ottobre per presentare le sue argomentazioni a difesa dell'accordo, ma l'azienda non si sarebbe messa al lavoro per consegnarle all'ente appropriato. La Commissione europea ha ora tempo fino all'8 novembre per annunciare formalmente la sua intenzione di avviare la cosiddetta Fase 2 dell'indagine sull'accordo.

Un portavoce di Microsoft ha dichiarato a Politico che la compagnia sta "continuando a lavorare con la Commissione europea sui prossimi passi da compiere e per affrontare ogni valida preoccupazione del mercato" e che renderà Call of Duty "disponibile lo stesso giorno sia su Xbox che su PlayStation", qualcosa che ha dichiarato più volte in passato.

L'accordo è sotto indagine approfondita in Regno Unito da metà settembre, dopo che Microsoft non è riuscita a chiarire i dubbi dell'antitrust (la CMA). L'acquisizione è in fase di revisione anche negli Stati Uniti, in Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Corea del Sud. Il Brasile ha dato il via libera all'accordo, dopo la precedente approvazione dell'Arabia Saudita.

Commenti

Contenuti consigliati