Symbiogenesis non è un nuovo Parasite Eve, ma "un'esperienza di arte digitale da collezione con NFT": l'annuncio di Square Enix

No, non ne avevamo affatto bisogno, Square Enix.

Symbiogenesis non è un nuovo Parasite Eve, ma "un'esperienza di arte digitale da collezione con NFT": l'annuncio di Square Enix

Qualche settimana fa abbiamo riportato la notizia della registrazione di un misterioso marchio chiamato Symbiogenesis da parte di Square Enix. In molti hanno pensato ad un possibile ritorno della serie di Parasite Eve, ma purtroppo oggi la compagnia giapponese ha rivelato che cos'è realmente questo Symbiogenesis.

Stando ad un comunicato stampa, "Symbiogenesis è il primo progetto artistico digitale da collezione di Square Enix progettato da zero per i fan del Web3". "L'azienda ha rivelato i suoi piani al Web3 Conclave, un evento che si tiene all'interno dell'India Game Developers Conference (IDGC) e che riunisce delegati da tutto il mondo". Sì, questo significa che ci saranno gli NFT, qualcosa a cui Square Enix pensa da tempo.

Per la precisione, Symbiogenesis viene descritto come "un nuovo contenuto di intrattenimento ambientato in un mondo a sé in cui un ampio cast di personaggi è in simbiosi, tutti collezionabili come arte digitale; ci saranno una storia interattiva e una comunità dedicata". L'arte digitale di Symbiogenesis potrà essere usata per le immagini del proprio profilo sui social network e come personaggio per la vera storia del progetto, ambientata in un altro mondo dove i giocatori devono svelare un mistero completando missioni legate agli argomenti della "distribuzione delle risorse" e del "monopolio".

Square Enix ha concluso l'annuncio, già criticato da moltissime persone, rivelando che la vendita degli NFT di Symbiogenesis dovrebbe iniziare nella primavera del 2023.

Commenti

Contenuti consigliati