Bayonetta 3 è stato concepito come un gioco semi-open world, secondo un report

Ci sono alcuni retroscena sullo sviluppo di Bayonetta 3.

Bayonetta 3 è stato concepito come un gioco semi-open world, secondo un report

In molti si sono chiesti come mai ci sia voluto così tanto tempo per vedere in tutto il suo splendore Bayonetta 3, e un nuovo report del giornalista Imran Khan prova a fare luce su tutte le dinamiche che hanno portato a tutta questa attesa.

Oltre a citare un annuncio troppo prematuro, una pandemia che ha sorpreso tutti ed ha rallentato comprensibilmente i lavori e un'uscita di scena del primo director, Khan ha rivelato che Bayonetta 3, ad un certo punto, è stato concepito come un gioco semi open-world.

"Il design doveva ispirarsi più ad Astral Chain che a NieR: Automata, ma l'idea era che un grande mondo hub avrebbe mandato Bayonetta (o chiunque altro) in mondi diversi, a loro volta piuttosto aperti. Forse Super Mario 64 potrebbe essere un buon punto di riferimento per questo. C'è stato molto lavoro e molta sperimentazione su quest'idea, ma il ritmo continuava a crollare e alla fine Nintendo ha voluto che si riducesse la portata del gioco. Ho sentito dire che l'idea non funzionava particolarmente bene nemmeno sull'hardware di Nintendo Switch", ha spiegato Khan.

"Ci sono ancora molte vestigia del design del mondo semi-aperto nel gioco finale. Il mondo centrale, Thule, è suddiviso in parti più piccole che Bayonetta e Viola attraversano per accedere al mondo principale successivo. I forzieri sono stati ridisegnati per essere cercati in aree più ampie e per offrire una maggiore varietà di utilizzo dell'ambiente. Anche le varie trasformazioni delle armi hanno avuto un ruolo importante", ha aggiunto.

Bayonetta 3 è disponibile su Nintendo Switch.

In questo articolo

Bayonetta 3

Bayonetta 3

Bayonetta 3 è il terzo capitolo della serie action di PlatinumGames.

Sviluppatore: PlatinumGames
Publisher: Nintendo
Data di uscita: 28 Ottobre 2022
Piattaforme: Nintendo Switch

Commenti

Contenuti consigliati