MSI Afterburner, il futuro del software è incerto per via della guerra in Ucraina

MSI non paga lo sviluppatore russo da 11 mesi.

MSI Afterburner, il futuro del software è incerto per via della guerra in Ucraina

MSI Afterburner è una delle applicazioni più utilizzate dai possessori di PC per controllare la propria scheda grafica, fare overclock e non solo. A causa della guerra in Ucraina causata dalla Russia, però, il futuro del software sembrerebbe essere molto incerto.

In un post pubblicato sul forum Guru3D, lo sviluppatore russo Alexey 'Unwinder' Nicolaychuk ha detto che lo sviluppo di MSI Afterburner è "semi-abbandonato". "La guerra e la politica sono le ragioni. Non ne ho parlato nel thread di notizie sullo sviluppo di MSI Afterburner, ma il progetto è semi-abbandonato dall'azienda già da parecchio tempo. In realtà ci stiamo avvicinando al traguardo di un anno dal giorno in cui MSI ha smesso di adempiere agli obblighi previsti dal contratto di licenza di Afterburner a causa di una 'situazione politica [sic]'".

Nicolaychuk afferma di non essere pagato da MSI per lo sviluppo di Afterburner da 11 mesi, proprio da quando è scoppiata la guerra in Ucraina e molti pagamenti internazionali verso la Russia sono stati bloccati. "Ho cercato di continuare ad adempiere ai miei obblighi e ho lavorato al progetto per conto mio negli ultimi 11 mesi, ma il risultato è stato solo una delusione; ho la sensazione di sprecare energie su qualcosa che non serve più all'azienda", ha aggiunto.

In un comunicato rilasciato a PC Gamer, MSI ha confermato di aver interrotto i pagamenti per via della guerra in Ucraina (nonostante al 9 gennaio 2023 la compagnia operi ancora in Russia). "I pagamenti sono stati sospesi a causa della guerra RU/UA e delle norme economiche che essa comporta".

Ma quale sarà il futuro di Afterburner? MSI dice di voler continuare a supportare il software e di star lavorando ad una soluzione. "È nostra intenzione continuare con MSI Afterburner", ha dichiarato MSI a PC Gamer. "MSI sta lavorando a una soluzione e si aspetta che il problema venga risolto presto".

Commenti

Contenuti consigliati