Destiny 2, i server sono tornati online dopo quasi 24 ore di down

Bungie avrebbe risolto il problema che ha causato il down dei server.

Destiny 2, i server sono tornati online dopo quasi 24 ore di down

Bungie ha annunciato di aver nuovamente attivato i server di Destiny 2 dopo un periodo di down durato venti ore per un grave problema.

Ieri Bungie ha dovuto mettere offline i server di Destiny 2 per una "manutenzione di emergenza" in modo che potesse risolvere un problema che causava la perdita dei progressi dei giocatori in seguito al rilascio di una patch difettosa. Nella serata di ieri lo studio ha lavorato intensamente per trovare una soluzione che è arrivata solo quest'oggi.

Alle 16 di questo pomeriggio i server di Destiny 2 sono tornati online e Bungie ha confermato il rilascio dell'Hotfix 6.3.0.6. "Oltre alla distribuzione di questa patch, si prega di notare che tutti gli account dei giocatori sono stati riportati allo stato in cui si trovavano alle 17:20 del 24 gennaio", ha aggiunto Bungie. Questo significa che i giocatori di Destiny 2 dovranno rifare le missioni completate nelle ore precedenti alla manutenzione.

"Inoltre, alcuni nemici potrebbero continuare a rilasciare engrammi Rari (blu) quando i giocatori raggiungono il soft cap. Questo problema sarà risolto in un aggiornamento futuro", ha aggiunto Bungie, prima di confermare che "la modalità Rumble Crucible non è attualmente disponibile come playlist standalone" e che non si può utilizzare la Evidence Board nell'Enclave.

Destiny 2 è disponibile su PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series.

Commenti

Contenuti consigliati