PS5: un nuovo brevetto del DualShock 5 illustra il funzionamento del biofeedback

Sony ha registrato un nuovo brevetto del DualShock 5 in cui viene illustrato il biofeedback in grado di catturare varie caratteristiche del corpo.

PS5: un nuovo brevetto del DualShock 5 illustra il funzionamento del biofeedback

Dopo la recente scoperta di una possibile introduzione di tasti posteriori ed una migliore personalizzazione dell'impugnatura, un nuovo brevetto del DualShock 5 per PS5 rivela un'interessante novità che potrebbe essere applicata al controller.

Come riportato da Respawn First, sul DS5 saranno presenti, su una o due delle impugnature, dei sensori in grado di ottenere del biofeedback, o feedback biologico, che sarà poi processato per modificare o migliorare l'esperienza di gioco dell'utente. Stando al brevetto, i sensori in questione sarebbero in grado di raccogliere dei dati sull'attività elettrodermica del corpo, come la secrezione del sudore e il battito cardiaco.

Secondo il documento allegato, questa funzionalità servirà a fornire un'esperienza immersiva ed altamente interattiva soprattutto nei titoli per la realtà virtuale, e ciò significa che Sony ha intenzione di portare le avventure con il VR ad un nuovo livello.

Questo feedback aiuterà il sistema a comprendere meglio le risposte emozionali di un giocatore durante il gameplay. Potrebbe essere questa, inoltre, una delle novità non ancora annunciate per la console di cui ha parlato brevemente lo studio 4A Games, responsabile di Metro Exodus.

Nonostante sia la terza volta che una funzionalità simile viene citata da Sony, un brevetto non sta ad indicare che quanto scoperto sarà presente sul nuovo DualShock 5. Nel caso tutto dovesse venire confermato, si tratterebbe senza dubbio di un passo in avanti verso un'esperienza ancora più realistica nei videogiochi.

Fonte: Respawn First

Commenti

Contenuti consigliati