PlayStation registra un brevetto legato al PS VR che permette agli spettatori di partecipare senza un visore

Un nuovo brevetto di PlayStation potrebbe lasciare agli spettatori di un gioco la possibilità di "dare fastidio" a chi usa un PS VR.

PlayStation registra un brevetto legato al PS VR che permette agli spettatori di partecipare senza un visore

Come scoperto da IGN, Sony PlayStation ha registrato negli ultimi mesi un interessante brevetto per una tecnologia che permette agli spettatori di un gioco nella vita vera di partecipare ad un titolo creato per la realtà virtuale senza usare un PS VR.

Il brevetto è stato depositato dalla compagnia giapponese nell'ottobre del 2020, ma la pubblicazione è avvenuta solo di recente. La pagina del brevetto con un'utile illustrazione della tecnologia sul sito web è presente sul sito dell'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti. La copia del brevetto spiega come i membri di un audience potranno partecipare ad un gioco mentre altri utenti sono immersi nella realtà virtuale. Loro, infatti, potranno prendere decisioni per il giocatore tramite dei "dispositivi da spettatore", molto probabilmente smartphone in una maniera simile a PlayLink.

Sembra quindi che sarà possibile aiutare o dare fastidio, in modo scherzoso, al giocatore principale che in quel momento sta usando un visore, in base alle scelte disponibili. Secondo il brevetto, questo "aumenterà la scena VR in base agli input dello spettatore in risposta al contenuto interattivo del contenuto di partecipazione del pubblico".

Non è chiaro se l'utente che sta usando un VR sia a conoscenza o meno delle opzioni disponibili, ma ciò si aggiungerebbe sicuramente alla natura di questa interessante tecnologia. Non sappiamo nemmeno se Sony abbia registrato il brevetto per un futuro PS VR, ma chissà.

Fonte: USPTO

Commenti

Contenuti consigliati