Nintendo vince la causa contro Colopl: il team di White Cat Project dovrà pagare 3.3 miliardi di yen

Colopl dovrà pagare 25 milioni di euro a Nintendo per la perdita di una causa.

Nintendo vince la causa contro Colopl: il team di White Cat Project dovrà pagare 3.3 miliardi di yen

Il team di sviluppo giapponese Colopl ha accettato di pagare a Nintendo 25 milioni di euro per risolvere una causa di violazione del copyright.

Aperta dal 2016 dalla casa di Kyoto, la causa accusa la compagnia di giochi mobile di aver violato il copyright di suoi cinque brevetti. Uno di questi sarebbe collegato ad una "tecnologia speciale utilizzata per far funzionare un joystick su un pannello touch" apparentemente usato nel gioco White Cat Project.

Nintendo inizialmente cercava 42 milioni di dollari in danni, ma all'inizio dell'anno la somma è salita a causa della durata della battaglia legale. Nonostante Colopl abbia prima negato le accuse, in un nuovo comunicato ha detto di aver accettato di pagare a Nintendo 3.3 miliardi di yen "per risolvere la questione il prima possibile".

"I termini dell'accordo prevedono che l'azienda paghi a Nintendo un totale di 3.3 miliardi di yen come risarcimento per la causa, comprese le licenze future, e che Nintendo ritiri la causa", ha spiegato Colopl.

"Nel terzo trimestre dell'anno fiscale che termina il 30 settembre 2021, la Società ha registrato perdite straordinarie di 3.3 miliardi di yen come accantonamento per le relative controversie. La risoluzione di questa causa non avrà alcun impatto sui risultati commerciali consolidati della Società per il quarto trimestre dell'anno fiscale che termina il 30 settembre 2021 e oltre."

Commenti

Contenuti consigliati