Six Days in Fallujah rinviato alla fine del 2022

Confermato un rinvio al prossimo anno per il criticato Six Days in Fallujah.

Six Days in Fallujah rinviato alla fine del 2022

Dopo tantissimi mesi di silenzio (l'ultimo aggiornamento era un video gameplay pubblicato a marzo), Victura e Highwire Games hanno annunciato di aver rinviato Six Days in Fallujah alla fine del 2022 per ampliare il team di sviluppo.

"Victura e Highwire Games hanno annunciato dei piani per raddoppiare le dimensioni del team che sta sviluppando Six Days in Fallujah. Rinviamo anche l'uscita del gioco al quarto trimestre 2022," ha scritto il publisher sul suo sito ufficiale.

"È diventato chiaro che ricreare queste storie vere di alta qualità richiede più persone, capitale e tempo di quello che avevamo [a nostra disposizione]", ha spiegato il CEO di Victura, Peter Tamte. "Raddoppiare il nostro team è solo una delle tante cose che stiamo facendo per assicurarci che Six Days in Fallujah porti nuovi tipi di profondità tattica ed emotiva agli sparatutto militari".

Six Days in Fallujah aveva scatenato enorme clamore lo scorso febbraio quando era stato riannunciato dopo un'iniziale cancellazione da parte di Konami. Il capo di Victura, Peter Tamte, è successivamente stato criticato per aver detto che il gioco fornirà un "contesto" sul perché i soldati americani erano a Fallujah "senza fare una dichiarazione politica". Victura ha poi spiegato che Six Days in Fallujah è inseparabile dalla politica, con la comunità musulmana che ha chiesto a Sony, Microsoft e Valve di non venderlo sui loro store quando sarà disponibile.

Commenti

Contenuti consigliati