Phil Spencer dice che Xbox ha "cambiato come fa certe cose" con Activision Blizzard dopo le accuse di molestie

Per Phil Spencer qualcosa tra Xbox e Activision è certamente cambiato.

Phil Spencer dice che Xbox ha "cambiato come fa certe cose" con Activision Blizzard dopo le accuse di molestie

In una nuova intervista rilasciata al New York Times, Phil Spencer, capo di Xbox, ha rivelato che l'azienda "ha cambiato come fa certe cose" con Activision Blizzard dopo le accuse di molestie sorte la scorsa estate, affermando però che non pensa sia il suo compito punire altre compagnie per le loro trasgressioni.

"Il lavoro che facciamo specificamente con un partner come Activision è qualcosa di cui, ovviamente, non ho intenzione di parlare pubblicamente. Abbiamo cambiato il modo di fare certe cose con loro, e loro ne sono consapevoli," ha detto Spencer.

"In termini di lavoro che facciamo con altre aziende... preferirei aiutare piuttosto che cercare di punire. Non credo che il mio lavoro sia punire altre aziende," ha aggiunto. La giornalista Kara Swisher ha chiesto a Spencer che cosa ci sia di sbagliato nel punire le compagnie, domanda a cui il capo di Xbox ha risposto nel seguente modo.

"Penso che in termini di interazioni con altre aziende, le cose che scegliamo di fare con il nostro marchio e la nostra piattaforma, in coordinamento o meno con altre compagnie, è la strada che seguiamo per avere un impatto", ha detto. "Direi che in termini di persone che sono in posizioni di leadership in altre aziende, non è ovviamente nostro compito giudicare chi sono i CEO. I CEO sono scelti dagli azionisti e dai consigli di amministrazione."

"Ad Xbox, so per chi sono responsabile in termini di business e operazioni. Sono i miei team qui, la mia catena di gestione. E questa è la cosa su cui continuiamo a concentrarci, è cercare di crescere. Che si tratti di condividere, di nuovo, le esperienze che abbiamo con altri partner, se possiamo aiutarli nel loro viaggio o nelle cose che accadono nei nostri team".

Commenti

Contenuti consigliati