Activision Blizzard e Microsoft, Bobby Kotick si dimetterà alla conclusione dell'acquisizione, per il Wall Street Journal

Un report del WSJ lascia pensare che Bobby Kotick si dimetterà dopo che Activision Blizzard sarà di Microsoft.

Activision Blizzard e Microsoft, Bobby Kotick si dimetterà alla conclusione dell'acquisizione, per il Wall Street Journal

Questo pomeriggio Microsoft ha annunciato di aver acquisito Activision Blizzard per la strabiliante cifra di 68.7 miliardi di dollari. Molti sono rimasti sorpresi nel vedere che Bobby Kotick, travolto da critiche negli ultimi mesi per la sua gestione delle accuse di molestie e discriminazioni sul posto di lavoro, rimarrà ancora CEO dell'azienda. Qualcosa, però, potrebbe cambiare tra qualche tempo.

Secondo delle fonti del Wall Street Journal, infatti, Kotick dovrebbe dare le sue dimissioni alla chiusura dell'acquisizione, prevista per l'anno fiscale 2023. Microsoft ha detto oggi che Kotick "continuerà ad essere il CEO di Activision Blizzard", e che una volta che l'accordo sarà chiuso "la compagnia riferirà a Phil Spencer, capo di Microsoft Gaming". Mentre non è ancora del tutto chiaro quest'ultimo passaggio, le due compagnie avrebbero deciso che Kotick lascerà Activision Blizzard alla fine dell'acquisizione, per il WSJ.

In un'intervista rilasciata quest'oggi Kotick non ha voluto parlare nello specifico del suo ruolo dopo la chiusura dell'accordo, ma ha riferito di aver detto a Microsoft che sarà "sempre disponibile per garantire di avere la migliore integrazione".

Se non ci saranno intoppi nella trattativa, Activision Blizzard e tutti i suoi studi saranno nelle mani di Microsoft tra diversi mesi. Ci sono alcuni dubbi sull'approvazione dell'acquisizione da parte dell'Antitrust, ma ci vorrà ancora qualche tempo per sapere con certezza se Microsoft riuscirà a portarsi a casa questo colosso dei videogiochi.

Commenti

Contenuti consigliati