Kirby, le storie dei giochi "non sono in una linea temporale ben definita"

HAL risponde alle tante teorie dei fan di Kirby sulle storie dei giochi.

Kirby, le storie dei giochi "non sono in una linea temporale ben definita"

Il The Washington Post ha recentemente pubblicato un'intervista con alcuni degli sviluppatori chiave dietro alla serie di Kirby, svelando alcuni interessanti dettagli.

Dopo aver detto che lo studio ha avuto difficoltà nel portare Kirby in 3D, Shinya Kumazaki, direttore generale di HAL Laboratory, ha rivelato che le storie dei giochi della serie non sono in una linea temporale chiara, o comunque ben definita.

"Non c'è una chiara linea temporale per le storie dei giochi. Questo per evitare di essere vincolati da ambientazioni passate, e per poter affrontare facilmente nuove sfide e dare la priorità all'esperienza di gioco ottimale per ogni capitolo - anche in una serie con una lunga storia," ha detto Kumazaki.

"Tuttavia, non possiamo far progredire molto la storia se facciamo incontrare Kirby e King Dedede per la prima volta all'inizio di ogni gioco, quindi i nuovi episodi ereditano elementi della storia che possono essere naturalmente accettati e facilmente compresi dai giocatori. Per esempio, usiamo elementi della storia che sono efficaci nel rendere migliore ogni nuovo gioco, come quando il personaggio Magolor si è pentito delle sue azioni passate e si è trasferito a Dream Land, o quando Meta Knight si è vendicato di Kirby."

Kirby e la Terra Perduta, l'ultimo gioco della serie, è ora disponibile su Nintendo Switch.

Commenti

Contenuti consigliati