Apprendiamo da GamesBeat la notizia della scomparsa a 75 anni di Bernie Stolar, ex presidente di SEGA of America e fondatore di Sony Computer Entertainment America.

Prima di diventare presidente di SEGA of America e guidare lo sviluppo e il lancio del SEGA Dreamcast, Stolar fondò la divisione nordamericana di SCE. Durante il suo periodo a Sony ha contribuito a dare vita a serie come Crash Bandicoot, Ridge Racer, Oddworld Inhabitants, Spyro The Dragon e Battle Arena Toshinden.

La carriera di Stolar iniziò nel 1980, anno in cui fondò Pacific Novelty Manufacturing Inc, un’azienda che distribuiva cabinati arcade in tutto lo stato della California. Successivamente si trasferì ad Atari nella divisione degli arcade, prima di ritrovarsi nella divisione delle console da casa dove supervisionò il lancio dell’Atari Lynx.

Nel 1999 entrò in Mattel, riscontrando un certo successo con la vendita di videogiochi di Barbie durante il mandato di Jill Barad. Verso la fine del 2005 Stolar passò ad Adscape Media, azienda poi venduta a Google.

Riflettendo sulla fine della sua carriera a SEGA, Stolar disse nel 2015: “Ho accettato la posizione a SEGA sulla base di conversazioni con Hayao Nakayama, che all’epoca era presidente della società. Avremmo pensato e introdotto un nuovo hardware in grado di offrire giochi multiplayer online. Questo è diventato il Dreamcast. Io ne ero a capo. Sfortunatamente, alla fine del 1999 Nakayama è stato cacciato dall’azienda dal signor Okawa, e quando lui è stato cacciato ho avuto una discussione con il Giappone. Sono stato cacciato anch’io”.