Denuvo annuncia SecureDLC, un software che protegge i DLC dalla pirateria

Denuvo vuole proteggere anche i DLC.

Denuvo annuncia SecureDLC, un software che protegge i DLC dalla pirateria

Irdeto, la società dietro al software DRM Denuvo, ha annunciato il lancio di Denuvo SecureDLC, un nuovo programma che ha lo scopo di proteggere i DLC dalla pirateria.

Solitamente un gioco per PC controlla se si possiede un DLC tramite tecnologie fornite da negozi come Steam o Epic Games Store. Ma se un titolo integra SecureDLC, questo processo viene sostituito dal "meccanismo sicuro" del DRM. Irdeto afferma che questa tecnologia "può essere applicata a giochi free-to-play i cui guadagni provengono esclusivamente dai DLC, e anche a titoli che sono attualmente protetti da Denuvo Anti-Tamper".

"Con Denuvo gli sviluppatori possono garantire la sicurezza dei loro giochi contro cheat, modifiche e pirateria," ha dichiarato Reinhard Blaukovitsch, amministratore delegato di Denuvo, in un comunicato stampa. "I nostri attuali clienti, grandi e piccoli, sono entusiasti dei risultati ottenuti e siamo felici di poterli aiutare a massimizzare i ricavi e a creare nuovi modelli di business per i giochi che hanno costruito con tanto impegno".

Denuvo SecureDLC punta a proteggere "oggetti cosmetici, nuovi personaggi, armi, e power-up [oltre a] grandi aggiornamenti di un gioco che sono contenuti solo in alcune versioni (come una Collector's Edition) o devono essere acquistati separatamente".

Denuvo è ampiamente criticato per avere un impatto sulle prestazioni dei giochi: basti pensare a Resident Evil Village, la cui versione piratata girava meglio. Lo scorso anno, inoltre, i server di Denuvo sono risultati inaccessibili per qualche ora, rendendo migliaia di giochi ingiocabili.

Commenti

Contenuti consigliati