Activision Blizzard ha annunciato oggi pomeriggio che i suoi azionisti hanno approvato la proposta di acquisizione da parte di Microsoft rivelata al pubblico all’inizio dell’anno. Secondo i vertici di Activision Blizzard, oltre il 98% degli azionisti avrebbe votato a favore della proposta dal valore di 68.7 miliardi di dollari.

“Il voto favorevole di oggi da parte dei nostri azionisti conferma la nostra convinzione che, assieme a Microsoft, potremo creare prodotti di ancora più grande valore per i nostri giocatori, fornire ai nostri dipendenti opportunità sempre migliori e continuare a concentrarci sul diventare un esempio ispiratore di un luogo di lavoro accogliente, rispettoso e inclusivo”, ha detto Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard, in un comunicato stampa.

Mentre questo è un primo passo in avanti verso l’acquisizione, ci sono ancora degli ostacoli da superare. L’accordo, infatti, sarà revisionato dalla FTC in USA, che dovrà capire se questa mossa andrà a danneggiare la concorrenza o meno. Recentemente quattro senatori statunitensi si sono definiti “altamente preoccupati” per la proposta di acquisizione.

Negli ultimi giorni Activision ha detto di non avere ancora discusso con Microsoft della posizione del CEO Bobby Kotick post-acquisizione. Per il Wall Street Journal, Kotick potrebbe lasciare Activision a seguito della chiusura delle trattative.