Il California Department of Fair Employment and Housing, o DFEH, ha annunciato di opporsi ad un accordo tra Activision Blizzard e l’Equal Employment Opportunity Commission firmato a fine settembre.

Come rivelato dal giornalista Stephen Totilo di Axios, il DFEH ha sollevato delle obiezioni sull’accordo tra le due parti per risolvere delle accuse di discriminazione. Oltre alla causa del DFEH, infatti, Activision Blizzard è accusata dall’EEOC di aver discriminato dipendenti o averli molestati, licenziando anche coloro che si sono lamentati del trattamento. L’accordo prevede che Activision Blizzard stanzi un fondo di 18 milioni di dollari per i richiedenti idonei, con la parte non reclamata suddivisa tra enti di beneficenza che promuovono le donne nel gaming e la diversità all’interno dell’azienda videoludica.

“Il decreto proposto contiene disposizioni che sanzionano l’effettiva distruzione e/o manomissione di prove critiche per il caso del DFEH, come i file del personale e altri documenti che fanno riferimento a molestie sessuali, ritorsioni e discriminazioni,” dice il DFEH.

Non tutto fila liscio per il DFEH tuttavia, poiché è accusato di violazioni etiche nella causa di Activision Blizzard. Un documento depositato la scorsa settimana dall’EEOC (via GamesIndustry) rivela che due avvocati della causa presentata dal DFEH hanno lavorato in precedenza per l’EEOC, e che, in particolare, hanno indagato su Activision Blizzard già in precedenza. Nel caso in cui ciò fosse vero si tratterebbe di un conflitto di interessi e di una violazione delle regole di condotta professionale della California.

“In particolare, due avvocati del DFEH – che svolgono ruoli di leadership all’interno dell’organizzazione – hanno precedentemente servito per l’EEOC, che ha contribuito a dirigere l’indagine su Activision Blizzard, Inc”, si legge nel documento. “Questi stessi avvocati hanno poi proceduto a rappresentare il DFEH cercando di opporsi al decreto nato proprio dall’indagine che hanno contribuito a dirigere mentre erano all’EEOC”.

“Dopo essere stato informato di questo conflitto il DFEH ha assunto un nuovo avvocato, ma sembra aver presentato la mozione poche ore dopo la sua assunzione”, conclude.