Activision Blizzard ha annunciato nelle scorse ore (via GamesIndustry) i risultati dell’ultimo trimestre finanziario, spinto alla grande dalla serie di Call of Duty.

I ricavi netti sono in aumento del 27%, con 2.28 miliardi di dollari incassati negli ultimi tre mesi, mentre l’utile netto è salito del 23% a 618 milioni di dollari. Activision Publishing ha contribuito maggiormente a questi risultati, registrando ricavi in ​​aumento del 72% su base annua grazie alle prestazioni di Call of Duty: Black Ops Cold War, Call of Duty Warzone e Call of Duty Mobile, che ha fatto incassare 1 miliardo di dollari dalla sua uscita (la maggior parte in Cina) ed è stato scaricato 500 milioni di volte.

Activision ha affermato che le vendite di Call of Duty per il primo trimestre sono state “ben al di sopra dei livelli tipici”, sottolineando l’integrazione di Cold War con Warzone come un fattore trainante.

King ha contribuito notevolmente ai guadagni di Activision Blizzard, con ricavi in ​​aumento del 22% a 609 milioni di dollari, un nuovo record per il segmento. Tale crescita è stata attribuita a una forte performance della serie Candy Crush, che non sembra perdere terreno. Calano gli utenti attivi mensili di Crash Bandicoot On the Run, nonostante ottimi download e guadagni.

Per quanto riguarda, infine, Blizzard, i suoi ricavi sono aumentati del 7% a 483 milioni di dollari, con una crescita attribuita al franchise di Warcraft e, in particolare, all’espansione Shadowlands e World of Warcraft Classic.