Microsoft ha avuto un buon rapporto con Nintendo negli ultimi due anni: per dire, ha portato personaggi come Banjo e Kazooie o Steve di Minecraft in Super Smash Bros. Ultimate, per non parlare dei giochi di Ori su Nintendo Switch.

In un’intervista a Kotaku, il boss di Xbox Phil Spencer ha detto di aver sempre avuto ottime conversazioni con il CEO di Nintendo, Shuntaro Furukawa, e il presidente di Nintendo of America Doug Bowser, mantenendo inoltre grandiosi rapporti tra le due compagnie.

“Abbiamo un ottimo rapporto con Nintendo. E penso che vediamo il nostro lavoro in modo molto sinergico, in termini di tentativo di far crescere il mercato. E lo rende semplicemente facile. Ogni conversazione che abbiamo avuto con loro è stata davvero buona.”

Molti giocatori si chiedono da tempo cosa potrebbe venire fuori da una collaborazione tra Microsoft e Nintendo se continueranno a lavorare insieme in futuro, inclusa la possibilità di più titoli Xbox su Switch. Nel caso dei titoli di Ori, Spencer ha dichiarato nell’intervista che i porting su Switch sono avvenuti grazie ai desideri dello sviluppatore Moon Studios, e non perché hanno voluto loro.

Per questo motivo, Spencer pensa che “non sembra sostenibile” considerare i giochi Xbox caso per caso per Switch, prima di aggiungere: “Per supportarlo davvero, vorrei un ecosistema Xbox completo da qualche parte. E questo probabilmente significa cose come Live e Game Pass e cose del genere.”

Spencer pensa dunque che valutare l’arrivo di gioco per gioco di Xbox su Switch non sia un modello sostenibile, e che si debba fare qualcos’altro, anche a livello di servizi, per dare qualche valore alla cosa.

Fonte: Kotaku