American McGee’s Alice è una delle serie Electronic Arts più dimenticate degli ultimi anni, ma il suo creatore ora spera che il publisher gli chieda di creare un terzo gioco.

In un tweet pubblicato dopo l’annuncio del remake di Dead Space, McGee ha detto che spera che, dopo aver tolto la serie Visceral dal tavolo dei potenziali revival, Alice abbia più probabilità di fare un ritorno.

“Sebbene io (e i fan di Alice) avessi voluto che il prossimo progetto horror di EA fosse un nuovo gioco di Alice, questo almeno ci fa sperare”, ha affermato. “A un certo punto in futuro, i dirigenti di EA grideranno “serve più prodotto!” e qualcuno risponderà: “Alice?”. E noi saremo pronti!

Per chi non lo sapesse, i giochi di McGee sono una versione alternativa della storia di Alice. Nel primo titolo la sua famiglia muore in un incendio, e cinque anni dopo, mentre giace in coma in una clinica psichiatrica, Alice ritorna mentalmente nel paese delle meraviglie, ora surreale e sfigurato.

Il sequel del 2011, Alice: Madness Returns, vede Alice dimessa dalla clinica e andare a vivere in una casa per orfani. Continuando a soffrire di allucinazioni del Paese delle Meraviglie, vi entra di nuovo per affrontare un nuovo male e scoprire di più sul suo passato.