Il nuovo titolo di BioWare, Anthem, non ha vissuto un buon inizio, ma Electronic Arts ha intenzione di supportare il titolo per almeno un decennio.

In un’intervista a GameDaily, Andrew Wilson, il CEO di EA, ha affermato che il publisher potrebbe non finanziare più il gioco se i giocatori dovessero mostrare poco entusiasmo per i nuovi contenuti.

“Le IP vivono per generazioni e durano dai sette ai dieci anni”, dice Wilson. “Se penso ad Anthem, potrebbe non avere avuto l’inizio che molti di noi hanno voluto, inclusi i nostri giocatori. Sento però che quel team riuscirà a realizzare qualcosa di speciale e grande, perchè hanno dimostrato che possono.”

EA aveva enormi aspettative per Anthem, ma gli ultimi rapporti finanziari sono stati deludenti, e a quanto pare Bioware ha già alcuni progetti in mente.

“Quello che i team di Bioware stanno pensando è che stiamo andando a costruire moltissimi tipi diversi di giochi. Abbiamo comunque la nostra audience che è stata con noi per molto tempo. Oggi ci sono bambini che hanno 12 anni, che non erano ancora nati quando Bioware ha iniziato a realizzare giochi… e hanno aspettative diverse rispetto a come dovrebbe essere un titolo Bioware nel contesto del mondo in cui sono cresciuti.”

“Come risultato, Bioware deve evolversi, espandersi e provare l’elasticità di quel brand. I team a Bioware continueranno a lavorare ogni giorno e ascoltare i giocatori vecchi e nuovi, e cercare di consegnare le promesse che hanno realizzato a loro. Questo è quello che vedete con Anthem oggi.”

Bioware ha ammesso che Anthem ha ancora tanta strada da fare prima di essere il gioco così come è stato concepito. Nel mese di aprile, alcune funzionalità sono state rinviate e gli sviluppatori hanno lavorato per migliorare l’esperienza alla base.

 

Fonte: GamesIndustry

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •