Dopo oltre un anno di revisione interna del progetto, EA e BioWare hanno deciso di interrompere lo sviluppo di Anthem Next, la nuova versione dell’action RPG del 2019 andato molto male e di passare ad altri progetti, tra cui Mass Effect e Dragon Age.

In un annuncio arrivato dal produttore esecutivo Christian Dailey, il team di sviluppo spiega che la decisione di abbandonare il lavoro su Anthem è stata motivata da diverse cose, tra cui la pandemia di COVID-19 e il desiderio di lavorare su altre serie come Dragon Age e Mass Effect.

“Il 2020 è stato un anno diverso da qualsiasi altro, e mentre continuiamo a fare progressi contro tutti i nostri progetti a BioWare, lavorare da casa durante la pandemia ha avuto un impatto sulla nostra produttività e non tutto ciò che avevamo pianificato come studio prima del COVID-19 può essere realizzato senza mettere stress eccessivo sui nostri team”, ha scritto Dailey.

“So che questo sarà deludente per la community di giocatori di Anthem che sono stati entusiasti di vedere i miglioramenti su cui abbiamo lavorato. È anche deludente per il team che stava facendo un lavoro brillante. E per me personalmente, Anthem è ciò che mi ha portato a BioWare, e gli ultimi due anni sono stati alcune delle esperienze più impegnative e gratificanti della mia carriera.”

“Lo sviluppo dei giochi è difficile. Decisioni come queste non sono facili. Andando avanti, abbiamo bisogno di concentrare i nostri sforzi come studio e potenziare i prossimi titoli di Dragon Age e Mass Effect, continuando a fornire aggiornamenti di qualità a Star Wars: The Old Republic.”

Anthem Next, quindi, non si farà. BioWare ha però affermato che “continuerà a mantenere attivo Anthem così come esiste oggi”, segno che i server non saranno spenti per ora.