Nella giornata di ieri diversi giocatori di Apex Legends su PC e PS4 hanno notato che il sistema di matchmaking del battle royale era stato modificato da terze parti, rendendo così il titolo completamente ingiocabile.

Tutto è nato da alcuni giocatori di Titanfall che, volendo protestare contro il silenzio di Respawn sulla critica situazione del gioco multiplayer, hanno scelto di attaccare Apex Legends. E ci sono riusciti. Le playlist dei server erano state rimpiazzate da un messaggio che diceva “Visita Savetitanfall.com, Titanfall 1 è sotto attacco così come Apex”. Una volta conclusa la partita i giocatori si sono trovati davanti un “messaggio importante” che diceva di visitare il sito savetitanfall.com.

Il sito savetitanfall.com, avviato qualche mese fa, è nato per attirare l’attenzione su Titanfall, un gioco che da diversi anni è ormai ingiocabile a causa di continui attacchi DDoS e spam di bot nelle lobby. Respawn aveva detto in precedenza che “aiuto stava arrivando”, ma a quanto pare qualcuno non è rimasto soddisfatto da questa risposta ed è arrivato a toccare Apex Legends.

Respawn ha risolto il problema del matchmaking di Apex Legends questa notte, ma non è ancora chiaro quando Titanfall tornerà ad essere giocabile.