Atari ha annunciato (via VGC) la creazione di una divisione dedicata al gaming, assieme ad una legata alla blockchain e un cambio di leadership.

Atari è una delle compagnie videoludiche più conosciute al mondo: dal suo periodo d’oro degli anni ’80, l’azienda ha visto spesso cambi di proprietà, e nel 2013 ha anche dichiarato la bancarotta. Negli ultimi anni Atari ha svelato dei piani per lanciare una criptovaluta, ed ha fatto anche altre cose non troppo legate al gaming (ad eccezione dell’Atari VCS).

Ora, Atari ha confermato la creazione di due divisioni separate: Atari Gaming e Atari Blockchain. Inoltre, il CEO Frédéric Chesnais si dimetterà per concentrarsi sul business della Blockchain, che sarà sostituito dal presidente del consiglio di amministrazione attuale, Wade J. Rosen.

La divisione Gaming di Atari si concentrerà sul retrogaming, con un’attenzione particolare verso i giochi per mobile, la sua console VCS e l’uso non chiaro di licenze. Atari continuerà a lavorare su giochi free-to-play per mobile, ma terrà d’occhio anche il mondo delle console e PC. In particolare, Atari vuole porre enfasi sulla “rivitalizzazione delle classiche proprietà intellettuali Atari per l’era moderna”.

Cosa ne pensate?