Bandai Namco e Aardman, compagnia inglese specializzata nell’animazione, hanno annunciato di aver stretto un accordo per lo sviluppo di una nuova IP.

Sono stati forniti pochi dettagli sulla proprietà stessa, ma si prevede che la collaborazione si estenderà su più progetti, con le due compagnie che affermano che qualcosa sarà cross-media, ovvero che non si fermerà nel mondo dei videogiochi ma arriverà, probabilmente, anche nell’industria cinematografica.

I veri e propri lavori su questo progetto partiranno all’inizio del 2021, con Aardman e Bandai Namco che sperano di “creare storie su misura per le piattaforme attuali e future”. Maggiori dettagli al momento non sono stati forniti, ed arriveranno quando sarà il momento.

“Interactive Entertainment è un’area di enorme crescita nel mondo dell’intrattenimento”, ha affermato Sean Clarke, amministratore delegato di Aardman. “Con la nuova tecnologia emergente che sfuma le linee di guardare e giocare, siamo ansiosi di sviluppare partnership strategiche con partner come Bandai Namco Entertainment Europe che condividono la nostra visione di creare una nuova IP che abbracci questo nuovo mondo e consolidare la reputazione del nostro studio come centro creativo multidisciplinare.”

Le due aziende hanno già lavorato insieme su 11-11: Memories Retold, un titolo ambientato durante la prima guerra mondiale, che è stato il primo videogioco commerciale di Aardman.

Fonte: GamesIndustry