Battleborn, lo shooter del 2016 di Gearbox, chiuderà molto presto, il 25 gennaio: trattandosi di un gioco solo online, il titolo diventerà completamente ingiocabile dopo quella data. Uno sviluppatore che ha lavorato a Battleborn, Aaron Linde, ha scritto sul suo profilo Twitter una dichiarazione appassionata su ciò che il gioco ha significato per il team e altro ancora.

“I server di Battleborn chiuderanno tra poche settimane. Quando lo faranno, sarà come se il gioco non fosse mai esistito. Tutto il lavoro, l’amore e il sangue che sono stati coinvolti in quel gioco scompariranno con esso e ho davvero il cuore spezzato”, ha detto Linde su Twitter.

Linde ha continuato dicendo: “Sono grato per ogni persona che mi ha mai detto che il gioco significava qualcosa per loro. Per ogni volta che me lo si veniva detto. Spero che qualcosa sopravviva nei vostri ricordi come nei miei (e nella pila di VO che tengo salvati in tre posti diversi).”

Lo sviluppatore, che era l’autore principale di Battleborn, ha detto di essere stato in grado di costruire un “universo strano, selvaggio e bizzarro” con il gioco. “Costruire un universo così strano, selvaggio e bizzarro con tutti i miei meravigliosi colleghi di Gearbox è stata la migliore esperienza che avrei potuto chiedere per creare una nuova IP. Mi mancate e vi voglio bene a tutti”, ha affermato Linde.

Linde è ora un lead narrative designer presso lo studio 343 Industries, noto per Halo. Lo sviluppatore ha concluso il suo messaggio su Battleborn promettendo di realizzare un altro gioco “strano” un giorno.