Come promesso all’inizio della settimana Electronic Arts e DICE hanno rivelato oggi pomeriggio tutti i dettagli su Hazard Zone, la terza modalità di Battlefield 2042 che fino ad oggi era davvero misteriosa.

In un lungo post sul blog del gioco, EA descrive Hazard Zone come “una modalità senza precedenti in cui dovrete recuperare risorse preziose insieme alla vostra task force affrontando nemici e tempeste catastrofiche”. DICE spiega che Hazard Zone è ambientata nel 2040, quando un evento noto come “Il blackout” causa avarie al 70% dei satelliti in orbita. Per poter comunicare gli Stati Uniti e la Russia utilizzano satelliti con delle capsule anti-radiazioni che contengono preziosi dati che noi, assieme alla nostra squadra, dovremo trovare e recuperare.

Ogni partita di Hazard Zone inizia in una schermata Briefing che offre una panoramica della missione. Qui scopriremo quali regioni della grande mappa hanno una maggiore probabilità di contenere unità dati e nemici, e collegamenti, che sono il mezzo con cui inviare richieste di rinforzo al quartier generale. Ogni squadra sarà composta da quattro Specialisti unici. Usando i crediti del mercato nero (CMN) ottenuti in Hazard Zone, inoltre, sarà possibile acquistare le armi e l’equipaggiamento che si preferisce come mitra, fucili d’assalto, di precisione e molto altro.

Battlefield_2042_Hazard_Zone_Screenshot_3

Una volta raggiunta la zona di atterraggio fissata sulla mappa bisognerà utilizzare uno scanner per cercare le capsule, il tutto restando sempre all’erta poiché diversi ostacoli potrebbero apparire da un momento all’altro. Sulla mappa saranno presenti anche le forze di occupazione controllate dall’IA a guardia delle unità dati. Nel caso in cui si dovesse perdere uno scontro, potremo essere riportati in campo dai compagni di team solo in circostanze speciali.

Mentre si continuano a cercare dati inizierà ad apparire una tempesta letale che aumenterà d’intensità fino a inghiottire l’intera area alla fine della partita. L’HUD in Hazard Zone tornerà utile poiché saranno mostrate informazioni come le postazioni munizioni sparse per la mappa.

Battlefield_2042_Hazard_Zone_Screenshot_1

In una serie di domande e risposte, inoltre, DICE ha rivelato altre informazioni. Partendo dalla durata, una partita di Hazard Zone può richiedere dai 5 ai 20 minuti in base al proprio stile di gioco, alla fase di estrazione scelta e all’eventuale successo. Ci saranno differenze tra le versioni next-gen (e PC) e current-gen del gioco. Su Xbox Series X/S, PS5 e PC ci saranno un massimo di 32 giocatori, mentre su PS4 e Xbox One solo 24 giocatori. Tutte le sette mappe di Battlefield 2042 saranno disponibili, nessuna esclusa, e i progressi sono collegati al proprio profilo del gioco.

Concludendo con le microtransazioni, in Hazard Zone si utilizzano solo crediti del mercato nero, che è possibile ottenere solo giocando e non usando valuta reale. Questi crediti possono essere usati per acquistare potenziamenti tattici, armi e gadget che forniscono un vantaggio sui nemici.

Battlefield 2042 uscirà il 19 novembre su PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S.