In una nuova livestream condotta dal noto David Jaffe, Jeff Ross, director di Days Gone, ha rivelato alcuni dei progetti su cui avrebbe potuto lavorare Bend Studio dopo il suo ultimo gioco, considerato da Sony un insuccesso.

Dopo aver pubblicato Days Gone, Ross aveva provato a parlare con Sony di un possibile seguito apparentemente negato. “Penso che sia stato morto all’arrivo”, ha detto della bozza di Days Gone 2. “È stato revisionato ad un livello superiore a quello dello studio, ma non credo che sia andato oltre. Le valutazioni passavano attraverso la lente del ‘il primo è stato un disastro in tanti modi e non ha venduto in modo impressionante’ e ‘teniamo questi ragazzi occupati'”.

“Era molto ovvio che non avremmo dovuto parlare di Days Gone mentre stavamo lavorando alla bozza [del nostro prossimo gioco].”

Per “tenere questi ragazzi occupati”, Sony aveva pensato di far lavorare Bend Studio ad un reboot del classico Syphon Filter. Ross, tuttavia, non è stato in grado di trovare un modo per creare un gioco completo dall’inizio alla fine.

“Si sono chiesti se ‘c’erano altre IP che abbiamo che possiamo usare?’ e l’unica altra IP era Syphon Filter”, ha spiegato Ross. “Ma onestamente, ho zero idee su come fare un reboot di Syphon Filter. Non mi interessava affatto. Era quasi come una domanda del tipo ‘tienili occupati’: ‘ehi ragazzi, perché non vi inventate qualcosa per Syphon Filter mentre noi capiamo cosa siamo sicuri di lanciare?'”.

Infine, Ross ha svelato che una serie su cui voleva lavorare era Resistance, nata in Insomniac Games su PS3.

resistance-2498434-2044452864-17825

“L’idea che avevo era quella di un Resistance open-world, sarebbe stato fantastico”, ha detto. “C’erano tutti questi loop open-world che abbiamo immaginato… si è quasi scritto da solo: c’erano così tanti aspetti di quella IP che si prestavano al gameplay open-world. Ma non erano interessati neanche a quello. Non so quanto abbia venduto. Erano interessati a quasi tutto tranne che a Days Gone 2”.

Hermen Hulst, capo di PlayStation Studios, ha rivelato lo scorso anno che Bend Studio è al lavoro su una nuova IP open-world, anche se non sappiamo cosa sia al momento.