In una nuova intervista rilasciata a GamesIndustry, Todd Howard, capo di Bethesda Game Studios, ha parlato della possibilità di creare altri giochi solo multiplayer come Fallout 76, nonostante quest’ultimo abbia avuto non pochi problemi.

Rilasciato a novembre 2018, il primo live service dello studio è stato un po’un terremoto per i fan di Fallout, poiché Bethesda non è riuscita a soddisfare le aspettative dei giocatori al momento del lancio e anche dopo in realtà.

“Senza dubbio, abbiamo deluso molte persone”, ha detto Todd Howard, che supervisiona lo sviluppo della serie Fallout e Elder Scrolls. “Volevamo fare qualcosa di diverso, ma il pubblico non vuole sempre qualcosa di diverso. E non è colpa loro, è del tutto comprensibile. Penso che forse abbiamo fatto un pessimo lavoro nel dire quanto sarebbe stato diverso.”

Con il gioco che si avvicina al secondo anniversario della sua uscita, Howard afferma che “Alla fine, nonostante i problemi e le critiche molto meritate che abbiamo ricevuto, c’erano molte persone che giocavano. Non sulla scala di un normale Fallout, ma milioni di persone che ci hanno detto che c’era qualcosa qui, quindi continuiamo a farlo.”

“Sono estremamente orgoglioso della squadra che ha lavorato al gioco e mese dopo mese lo ha reso migliore. Non credo che esista una formula magica senza avere la disciplina per svolgere il lavoro. Senza quella community là fuori che fa suo questo gioco e crede davvero in noi, non sapevo che saremmo arrivati ​​a dove siamo.”

Fallout 76 è disponibile su PC, PS4 e Xbox One.

Fonte: GamesIndustry