Nella giornata di oggi, Ron Wyden e Marco Rubio, due membri facenti parte del Congresso degli Stati Uniti, hanno firmato una lettera indirizzata a Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard, riguardante la sospensione del giocatore professionista di Hearthstone Blitzchung.

“Le scriviamo per esprimere la nostra grande preoccupazione verso la decisione di Activision Blizzard di togliere il premio in denaro del giocatore Ng Wai Chung e bandirlo dai tornei per un anno dopo aver fornito supporto alle proteste pro-democrazia ad Hong Kong,” si legge nella lettera. “Questa decisione riguarda la volontà del governo cinese di mettere sotto pressione i business americani per aiutare a soffocare la libertà di parola.”

Questa lettera, firmata anche da Alexandria Ocasio-Cortez, Mike Gallagher, e Tom Malinowski, chiede a Kotick di “riconsiderare la decisione presa verso Mr. Chung.” Questo documento riporta anche le tensioni che si sono susseguite dopo il noto accaduto, viste anche le volontà di protesta di alcune persone durante il BlizzCon che si terrà all’inizio del mese prossimo.

Sembra però che tutto questo sia stato scritto prima della dichiarazione rilasciata dal presidente di Blizzard Jay Allen, nel quale ha spiegato che il premio in denaro è stato correttamente dato al giocatore e che il periodo di sospensione è stato ridotto da un anno a sei mesi. Di recente, anche Nintendo sembra aver condannato, seppur non in maniera ufficiale, quanto accaduto a Blitzchung, smettendo di promuovere Overwatch per Nintendo Switch.

 

Fonte: Kotaku