Tramite il proprio blog, Activision e Treyarch hanno diffuso questa serata i primi dettagli su tre missioni della campagna di Call of Duty: Black Ops Cold War che potremo affrontare a partire dal 13 novembre prossimo. Vediamo assieme quali sono.

Nota: di seguito potrebbero essere presenti alcuni spoiler. Nel caso in cui non voleste anticiparvi nulla, vi consigliamo di non continuare con la lettura.

La prima missione si chiama “Nowhere Left to Run“, e tutto inizia in una taverna di Amsterdam quasi due settimane dopo il primo giorno dell’anno 1981.

Un’enorme interruzione in un’indagine della CIA ha portato tre operatori a questo abbeveratoio altrimenti squallido, uno il cui jukebox è sempre sintonizzato sugli ultimi successi nonostante la mancanza di fatturato per il suo arredamento o le sue bottiglie di prima qualità in offerta. Dopo un incontro con la loro fonte, gli assegni vengono cancellati ed escono dal locale dirigendosi verso i vicoli, preparandosi a catturare il primo dei due attori chiave di una crisi di ostaggi in corso.

La seconda è invece “Fracture Jaw“. “Chi è questa minaccia che può alterare il corso di questa lotta globale? Come ricorda uno degli operatori dei tempi in cui combattevano durante la guerra del Vietnam, non è altro che Perseo, una misteriosa spia sovietica che alcune persone credono non sia mai esistita,” si legge nella descrizione.

Nonostante questa figura sia stata considerata un mito, i giocatori rivivranno un primo incontro con Perseo durante la seconda missione della campagna, “Fracture Jaw”, ambientato durante la guerra del Vietnam. Attraverso questo flashback, il team scoprirà gli indizi necessari per rintracciare Perseo, poiché il tema generale dell’inganno è profondamente radicato in questa guerra passata e nell’operazione attuale.

Un altro cambio di ritmo rispetto alle prime due missioni, “Disperate Measures“, vede i nostri operatori della CIA lanciare lo spycraft nascosto per un ultimo disperato tentativo di raccogliere informazioni su Perseo. Utilizzando la più recente tecnologia degli anni ’80, inclusi strumenti civili modificati e macchine prototipiche, i giocatori assumeranno il ruolo di un doppio agente sovietico che lavora per la CIA che fa rapporto per lavoro presso la sede del KGB.

Questo status viene fornito con l’accesso a un’incredibile sbirciatina nel mondo del KGB, insieme all’opportunità di “ottenere” informazioni dai loro “colleghi agenti”. Tuttavia, una mossa strana o una discussione imbarazzante potrebbero portare a una copertura completamente saltata, compromettendo la missione e trasformandola in una lotta a tutto campo per la sopravvivenza.

Call of Duty: Black Ops Cold War sarà disponibile il 13 novembre su PC, PS4, Xbox One e Xbox Series e il 19 novembre su PS5. 

Fonte: Activision