Con la patch di metà stagione arrivata a fine giugno, Infinity Ward ha rimosso completamente a sorpresa il segno dell’ “OK” da Call of Duty: Modern Warfare e Call of Duty: Warzone.

Il team di sviluppo non ha ancora spiegato la motivazione dietro a questa decisione, e il publisher dei due giochi, Activision, non ha fornito delle informazioni. Questa mossa, però, potrebbe essere legata ad una volontà di eliminare un simbolo di odio.

Nel settembre del 2019, l’Anti-Defamation League aggiunse questo segno alla lista dei simboli dell’odio dopo aver scoperto che viene utilizzato dai bianchi suprematisti come “una espressione sincera”. L’origine di questa storia è nata su 4chan qualche tempo fa, dove gli utenti fecero finta di far capire ai media che dietro al gesto era presente un significato nascosto poi mai scoperto realmente, ma abusato dall’estrema destra.

Il segno dell’OK venne aggiunto all’inizio del 2020 su Modern Warfare e Warzone, e veniva spesso utilizzato mentre si sparava ad un nemico per dimostrare la vittoria sull’avversario alla fine delle partite multiplayer o nella uccisione finale.

Infinity Ward ha sostituito il gesto con un altro, chiamato “crush“. Nelle patch notes ufficiali non c’è alcuna menzione del cambiamento, ma i giocatori hanno scoperto in poco tempo la differenza.

All’inizio di giugno Infinity Ward aggiunse una schermata di caricamento dedicata al movimento Black Lives Matter dopo che un giorno prima annunciò delle punizioni più severe contro coloro che scrivono nella chat o hanno nel nome del profilo contenuti razzisti.

Call of Duty: Modern Warfare e Warzone sono disponibili su PC, PS4 e Xbox One, e in queste si stanno aggiornando con nuove playlist.

Fonte: Eurogamer