Call of Duty: Vanguard, attualmente l’ultimo capitolo della serie sparatutto, non ha venduto bene quanto Call of Duty: Black Ops Cold War. La community non è rimasta molto soddisfatta del gioco, e nel report annuale Activision ha ipotizzato il perché di questo “flop”.

Secondo il publisher, uno dei problemi di Call of Duty: Vanguard sarebbe stata l’ambientazione nella Seconda Guerra Mondiale, ma non solo.

“Mentre Call of Duty rimane uno dei franchise di intrattenimento di maggior successo di tutti i tempi, la nostra release premium del 2021 non ha soddisfatto le nostre aspettative, crediamo principalmente a causa della nostra esecuzione“, ha detto Activision. “L’ambientazione della seconda guerra mondiale del gioco non ha risuonato con una parte della nostra comunità e non abbiamo fornito tanta innovazione nel gioco premium come avremmo voluto.”

I vertici di Activision hanno detto che cercheranno di risolvere questi problemi con il Call of Duty del 2022, ovvero il recentemente rivelato Call of Duty: Modern Warfare 2. Il reboot di Modern Warfare del 2019 è stato il gioco di maggior successo della serie, ed è chiaro che Activision vuole provare a sfruttare la sua popolarità.

Non solo è in arrivo un nuovo Call of Duty premium quest’anno, ma Infinity Ward ha anche confermato di star guidando lo sviluppo di una nuova esperienza di Warzone che sarà svelata quest’anno.