Dopo il primo teaser di ieri Activision ha ufficialmente presentato Ricochet, l’anti-cheat in arrivo in Call of Duty: Warzone e Call of Duty Vanguard entro la fine dell’anno.

Il publisher ha ascoltato le diverse richieste della community, che richiedeva da tempo un modo per evitare di trovare cheater nelle loro partite. Secondo la descrizione ufficiale, “Ricochet Anti-Cheat è un approccio sfaccettato per combattere i cheater e porta nuovi strumenti lato server che analizzano statistiche per identificare l’utilizzo di cheat, processi migliorati per smascherare i cheater, aggiornamenti per migliorare la sicurezza degli account e molto altro”.

In modo simile a Vanguard, Ricochet sarà distribuito con un driver a livello del kernel. Activision dice che questo driver aiuterà a identificare i cheater, rinforzando la sicurezza generale del server. Il driver verrà aggiunto a Call of Duty: Warzone con il Pacific Update in arrivo entro la fine dell’anno. Activision chiarisce che il driver di Ricochet controlla i software e le applicazioni che cercano di interagire con Call of Duty: Warzone e di manipolarlo. Questo driver dovrà essere installato per poter giocare a Warzone una volta disponibile. Il publisher promette che questo driver sarà operativo solamente quando si avvierà Warzone e che sarà disattivato una volta chiuso il gioco. In più, il driver monitorerebbe e segnalerebbe solamente problemi relativi a Call of Duty.

“L’obbiettivo del team di Ricochet Anti-Cheat è il raggiungimento di un ambiente di gioco giusto ed equo, combattendo il sofisticato problema dei cheater. Abbiamo intenzione di far evolvere il sistema RICOCHET Anti-Cheat per difendere la nostra community da coloro che non si fanno problemi a rovinare l’esperienza di gioco,” conclude Activision.

Call of Duty Warzone è disponibile su PC, PS4 e Xbox One.