In una nuova intervista rilasciata al sito polacco Rzeczpospolita, il presidente di CD Projekt, Adam Kiciński, ha ribadito che non ci sono intenzioni di mettere in vendita la compagnia.

Il giornale ha chiesto a Kiciński se CD Projekt era alla ricerca di un gruppo di investitori o di annunciare delle opzioni strategiche, ma sembra che l’azienda rimarrà indipendente.

“Abbiamo detto per anni che abbiamo intenzione di rimanere indipendenti e che non vogliamo diventare parte di un’entità più grande“, ha dichiarato Kiciński. “Non stiamo nemmeno cercando un investitore strategico”.

A Kiciński è stato poi chiesto se sarebbe possibile per un’altra azienda acquisire CD Projekt in maniera “ostile” comprando azioni. Il CEO ha negato ciò, spiegando che lo statuto della società proibisce che accada qualcosa di simile. “Ci sono disposizioni che ostacolano significativamente le acquisizioni ostili”, ha confermato.

Un report di DFC Intelligence aveva suggerito a gennaio che la difficile posizione di CD Projekt dopo il lancio di Cyberpunk 2077 aveva reso la compagnia polacca una possibile candidata per l’acquisizione da parte di grandi gruppi. Tuttavia, è CD Projekt ad acquisire altri studi. Negli ultimi mesi ha comprato The Molasses Flood, lo studio di Flame in the Flood, e Digital Scapes, che ora è diventato CD Projekt Red Vancouver.