Mentre tutti noi eravamo impegnati con il Summer Game Fest, CD Projekt Red ha condiviso sul suo profilo Twitter un importante aggiornamento sull’attacco informatico subito lo scorso febbraio.

All’inizio di quest’anno la compagnia polacca aveva annunciato di essere stata colpita da un attacco ransomware, ma dettagli precisi non erano stati rivelati. Negli ultimi giorni abbiamo visto però che il codice sorgente di Cyberpunk 2077 (e non solo) è finito in rete, ed ora CD Projekt è preoccupata che tra i leak ci siano anche dati dei dipendenti e dei collaboratori.

“Abbiamo appreso nuove informazioni riguardanti l’attacco, e ora abbiamo motivo di credere che i dati interni ottenuti illegalmente siano attualmente in circolazione su Internet”, dice CD Projekt Red in un comunicato. “Non siamo in grado di confermare l’esatto contenuto dei dati in questione, anche se crediamo che possano includere dettagli di dipendenti e altre parti. Inoltre, non possiamo confermare una manomissione dei dati coinvolti in seguito all’attacco”.

CD Projekt ha aggiunto che sta lavorando con “un’ampia rete di servizi” per indagare sui leak e che farà “tutto ciò che è in suo potere per proteggere la privacy dei dipendenti, così come tutte le altre parti coinvolte”.