A febbraio CD Projekt Red aveva rivelato di aver subito un attacco informatico che aveva comportato il furto di “alcuni dati”, tra cui, probabilmente, il codice del RedEngine, il sorgente di Cyberpunk 2077, di The Witcher 3, di The Witcher 3 next-gen e Thronebreaker: The Witcher Tales.

Ora, secondo databreaches.net, questi dati sarebbero stati condivisi online. Secondo un presunto file di testo pubblicato sul forum Resetera, i file sarebbero protetti da password, ottenibile solo tramite una donazione di 10 dollari al gruppo che ha ottenuto i dati. Si sostiene che tra i dati leakati ci siano anche kit di sviluppo software per PS4, PS5, Switch e Xbox Series X.

A seguito dell’attacco informatico, questi dati erano stati messi in vendita sul dark web con un prezzo iniziale di un milione di dollari e un’opzione di acquisto immediato di sette milioni di dollari. CD Projekt Red aveva detto che non avrebbe ceduto alla richiesta di riscatto e che si era rivolta alle autorità competenti, comprese le forze dell’ordine e gli specialisti di informatica forense, per trovare i responsabili dell’attacco.

Non è chiaro quanto siano diffusi questi dati al momento, ma è possibile che venga scoperto qualcosa da una loro attenta analisi.