Crytek ha richiesto ad un modder di Crysis Remastered di cancellare dalla sua pagina Patreon una mod che aggiunge nel gioco una Photo Mode, minacciando anche di incorrere in azioni legali se necessario.

Frans Bouma, il creatore della mod in questione, ha dato la notizia sul suo profilo Twitter dopo aver ricevuto un messaggio dal PR Manager di Crytek, Adam Grinsell. Nella nota è possibile leggere una richiesta formale di rimozione della mod, con Bouma che ha sette giorni di tempo prima che la questione passi al dipartimento legale di Crytek.

A detta di Crytek la mod di Bouma violerebbe l’EULA della compagnia stessa. Mentre diverse mod di Crysis Remastered esistono e possono essere scaricate liberamente, il problema sembra essere legato al fatto che il progetto sia monetizzato poiché disponibile solo per i suoi abbonati su Patreon.

“Ho realizzato Photo Mode personalizzate per più giochi di chiunque altro su questo pianeta”, ha detto Bouma su Twitter. “Ho sempre sentito risposte entusiaste da parte dai publisher e dagli sviluppatori, perché amano la pubblicità gratuita. Ma Crytek è Crytek, non possono farci niente e devono spararsi sui piedi. Se devo ritirare le mie mod di Crytek 2/3 Remastered che aggiungono semplicemente una modalità foto, lo farò. Ma non creerò mai più una modalità foto personalizzata per nessun gioco Crytek”.

In un post su Patreon, Bouma ha aggiunto: “Sono completamente sconcertato dal motivo per cui hanno preso questa decisione, dato che le mod della Photo Mode contengono solo il mio codice e nient’altro. Non ho né il tempo né l’energia per discutere di questo. Inoltre avere gli strumenti sarebbe solo un vantaggio per loro dato che la gente pubblicherebbe scatti del loro gioco sui social media e altri siti. Ho deciso di ritirare gli strumenti e non renderli più pubblici”.