La Esports Integrity Commission sta lavorando in collaborazione con le autorità statunitensi, tra cui l’FBI, per indagare sulle partite truccate di Counter-Strike: Global Offensive.

A dirlo è stato Ian Smith, commissario per l’integrità della ESIC, in un’intervista rilasciata al canale YouTube Slash32, visibile di seguito. In questa occasione, Smith ha affermato che c’è un’indagine in corso per quanto riguarda un “gruppo relativamente piccolo ma significativo di giocatori” che “ha organizzato partite truccate in Nord America [Mountain Dew League]” per un “lungo periodo di tempo”.

Smith ha detto: “[Si tratta] di quello che descriverei come il classico match fixing – i giocatori vengono corrotti da società di scommesse esterne per truccare le partite, piuttosto che i giocatori lo fanno di loro iniziativa in modo opportunistico, e sta andando avanti da più tempo, è molto più organizzato”.

“Quindi, ancora una volta, in una certa misura stiamo lavorando con le forze dell’ordine e l’FBI, che solo recentemente ha avuto un’unità investigativa sulle scommesse sportive all’interno dell’FBI. Sono bravi, ma sono inesperti, perché le scommesse sportive non sono mai state una grande cosa in America fino a poco tempo fa, quindi tutti stanno cercando di trovare i loro piedi su questo.”

Cosa ne pensate?