Questa mattina vi avevamo riportato la notizia della pubblicazione su Bloomberg di un nuovo report riguardante lo sviluppo di Cyberpunk 2077 da parte di Jason Schreier. Ora, Adam Badowski, capo di CD Projekt Red, ha scelto di replicare all’articolo del giornalista con un messaggio pubblicato su Twitter.

La direzione di CD Projekt non ha offerto una risposta al report di Bloomberg, ma Badowski ha commentato il fatto in un tweet. Badowski rifiuta la caratterizzazione di Bloomberg della demo dell’E3 2018 come “falsa”, dicendo che riflette il processo non lineare dello sviluppo del gioco ed è stata etichettata come un lavoro in corso. “Il nostro gioco finale sembra e funziona molto meglio di quello che era mai stata la demo”, ha scritto.

Badowski contesta anche l’idea secondo cui un gruppo campione di 20 dipendenti sarebbe abbastanza grande per poter dire che la maggior parte dello studio ritiene che il gioco non sarebbe dovuto uscire nel 2020, e sottolinea anche che le fonti di Schreier sono inaffidabili perché tutte tranne una sono anonime. Il nascondere le identità delle fonti in segnalazioni del genere, però, è assolutamente normale, siccome parlare con nome e cognome potrebbe danneggiare la carriera di una vita.

Infine, Badowski risponde al commento dell’articolo secondo cui alcuni membri dello staff non polacchi si sarebbero sentiti a disagio quando altri li hanno lasciati fuori dalle conversazioni parlando in polacco. Egli osserva che, come afferma l’articolo, l’uso dell’inglese è obbligatorio in tutte le comunicazioni aziendali ufficiali, ma ha dichiarato che è normale che le persone utilizzino normalmente la loro prima lingua quando parlano casualmente con altri che parlano la stessa.

Cyberpunk 2077 è disponibile su PC, PS4, Xbox One e Google Stadia.