Pensiamo non ci sia bisogno di ripeterlo per l’ennesima volta: il lancio di Cyberpunk 2077 è stato un disastro, e, bene o male, tutti ne siamo a conoscenza. Se c’è chi ha scelto di intentare una causa, il titolo di CD Projekt Red è entrato nel mirino dell’antitrust polacca, l’UOKiK.

Come riportato dal giornale polacco Dziennik, l’azienda di protezione dei consumatori della Polonia sta investigando attivamente il lancio di Cyberpunk 2077, l’approccio alla risoluzione dei problemi da parte del team polacco e della questione rimborsi. Il sito ha affermato che l’organizzazione sta esaminando la “confusione” intorno al lancio del gioco e ha chiesto a CD Projekt Red una spiegazione di ciò che è accaduto.

“Verificheremo come il produttore sta lavorando sull’introduzione di soluzioni alle difficoltà che impediscono al gioco [di funzionare] su diverse console” – spiega un rappresentante dell’UOKiK – “ma anche di come intende agire in relazione alle persone che hanno presentato reclami e sono insoddisfatte del [loro] acquisto a causa dell’impossibilità di giocare [su console, ndr] nonostante le precedenti promesse.”

L’UOKiK aspetterà una spiegazione di CD Projekt Red, e deciderà poi il da farsi: l’azienda, inoltre, potrebbe scegliere di rilasciare alla compagnia una multa con un valore pari al 10% degli incassi dell’ultijmo anno fiscale. Tutto questo, però, è ancora da vedere.

Fonte: Dziennik