Hideo Kojima, il creatore di Death Stranding, ha recentemente espresso sul proprio profilo Twitter il suo pensiero sul nome della versione PS5 del gioco, Death Stranding: Director’s Cut.

Per chi ancora non lo sapesse, Death Stranding: Director’s Cut è una versione migliorata del titolo del 2019 in uscita su PlayStation 5 a settembre. Questa versione non solo offre miglioramenti per la console next-gen, ma include anche nuove modalità di gioco, missioni e tanti altri contenuti non disponibili su PC e PS4.

Su Twitter, Kojima ha affermato di non essere d’accordo con l’appellativo “Director’s Cut” poiché nulla è stato tagliato dal gioco originale. Anzi, questa versione include contenuti che non erano pensati per Death Stranding per PS4 e PC.

“La Director’s Cut nei film è una modifica aggiuntiva a una versione ridotta che è stata rilasciata o perché il regista non aveva il diritto di modificarla, o perché il tempo di esecuzione doveva essere ridotto”, ha scritto Kojima su Twitter. “Nel gioco non è ciò che è stato tagliato, ma ciò che è stato prodotto in più. [La posso chiamare] Director’s Plus? Non mi piace chiamarla “director’s cut”.”

Death Stranding: Director’s Cut uscirà il 24 settembre su PS5.