Demon’s Souls Remake è arrivato su PS5, e Sony e Bluepoint hanno rilasciato un lungo State of Play per il gioco pochi giorni fa, dove gli sviluppatori si sono assicurati di far notare che il remake utilizza ancora gran parte del codice originale del gioco PS3. Tuttavia, alcune cose sono cambiate.

Come riportato da Kotaku, e poi confermato da Sony stessa, il famigerato glitch di duplicazione degli oggetti è stato rimosso dalla versione PS5. Tornando alla PS3, i giocatori sarebbero stati in grado di utilizzare il glitch per duplicare rapidamente decine o addirittura centinaia di oggetti utili come quelli curativi o materiali più rari come la Bladestone più avanti nel gioco. Sebbene il remake conservi ancora la maggior parte degli elementi del gioco originale, Bluepoint si è assicurato di rimuovere gli exploit e altri difetti che potrebbero rovinare l’esperienza o l’economia del gioco per consentire un’esperienza più pura.

Il direttore creativo di Bluepoint Games, Gavin Moore, ha dichiarato a Polygon ad ottobre che il suo team avrebbe in gran parte rimosso i glitch sfruttabili nel remake di Demon’s Souls, con l’intenzione di lasciare solo bug “degni di meme” e “stranezze di game design” dell’originale.