Il primo Destiny è stato pubblicato da Activision, ma sembra che ben altre due compagnie videoludiche erano interessate a rilasciare lo sparatutto di Bungie sul mercato.

Parlando a GamesBeat, l’ex dirigente Martin O’Donnell ha svelato che Microsoft e Sony erano in combutta per pubblicare Destiny. Tuttavia, Bungie avrebbe rifiutato entrambe le opportunità di partnership poiché le due compagnie, apparentemente, volevano possedere l’IP di Destiny, un qualcosa ovviamente negato dal team di sviluppo.

Lavorare con Activision ha permesso a Bungie di mantenere la proprietà dell’IP di Destiny, e questo è stato parte del motivo per cui lo studio americano ha scelto di far pubblicare al publisher di Call of Duty lo shooter GaaS. L’ex capo di PlayStation Worldwide Studios, Shawn Layden, è stato presente nell’intervista di gruppo, e stava anche sorridendo mentre O’Donnell condivideva questa storia.

“Siamo quasi rimasti con Microsoft. Siamo quasi andati alla Sony, che ci crediate o no”, ha detto O’Donnell. “Sia Microsoft che Sony, e Shawn può probabilmente confermarlo, vogliono praticamente possedere l’IP se possono. Così Activision ci ha permesso [tra virgolette] di possedere l’IP, e quanto successo abbia avuto è tutta un’altra cosa”.

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di O’Donnell?