Detention, il gioco horror di Red Candle Games, è l’ultimo videogioco a ricevere un adattamento televisivo sulla piattaforma di streaming Netflix, che è recentemente stata messa in ballo in un’azione legale da parte di Activision.

Per chi non lo conoscesse, Detention è ambientato in una Taiwan degli anni ’60 durante il periodo di legge marziale conosciuto come “Terrore bianco”. Questo è stato un periodo che ha immerso il paese in un opprimente incubo orwelliano che è durato quasi quattro decenni, dal 19 maggio 1949 al 15 luglio 1987. Circa 140mila cittadini taiwanesi furono imprigionati e 4mila vennero giustiziati per la loro reale o presunta dissidenza nei confronti del governo del Partito nazionalista cinese al potere.

Questa serie di Netflix è separata da un film rilasciato nel 2019, anch’esso basato sul gioco, ed è stato creato in collaborazione con il Servizio Televisivo Pubblico di Taiwan, indipendente. La produzione in lingua taiwanese vede Lingwei Lee nei panni di Yunxiang Liu e Ning Han nei panni di Ruixin Fang.

“Mentre il tradimento e un incontro soprannaturale stravolgono la sua vita, una studentessa tormentata scopre gli inquietanti segreti del liceo sperduto che frequenta,” si legge nella descrizione della serie TV.

I primi due episodi sono disponibili ora sulla piattaforma, e arriveranno settimanalmente entro la fine di quest’anno.