Con un post pubblicato su Telegram, lo scrittore Dmitry Glukhovsky, autore della serie di romanzi Metro da cui sono stati tratti diversi videogiochi curati da 4A Games, ha annunciato di essere ricercato dalle autorità russe.

Glukhovsky è diventato un criminale in Russia dopo che ha condiviso su Instagram un messaggio contro la guerra in Ucraina. “La mia prima accusa criminale! Sono accusato di screditare le forze armate russe per un post su Instagram,” ha scritto Glukhovsky su Telegram. “Come aggravante, [avrei] accusato il Presidente della Federazione Russa di aver scatenato la guerra in Ucraina. Pronto a ripetere tutto quello che ho già detto: ‘Fermate la guerra! Ammettete che è una guerra contro una nazione intera e fermatela!”.

Come riporta Reuters, il sito web del ministero dell’Interno russo elenca Glukhovsky come ricercato in base a un articolo non ben specificato del codice penale. Glukhovsky è la prima figura culturale russa ad essere ricercata in Russia a seguito di una legge emanata pochi giorni dopo l’invasione dell’Ucraina.

La Russia ha già preso di mira figure dell’opposizione e giornalisti con questa legge, che prevede una pena detentiva di 15 anni per coloro che avrebbero, sempre secondo il Cremlino, diffuso intenzionalmente notizie “false” sull’esercito russo.